In offerta!

Cantina di Terlano Alto Adige Terlano D.O.C. Terlaner Rarity 2008

185,00

1 disponibili

Categorie: ,

Informazioni aggiuntive

Peso 1,25 kg
Regione

Denominazione

Produttore

Vendemmia

2008

Vitigno/i

, ,

Descrizione

Vini rarity
La prova vivente di una longevità da primato.

“Una prerogativa della Cantina di Terlano sono le cosiddette „Rarità”, ossia bottiglie speciali di vini bianchi invecchiati, maturati per almeno dieci anni sui lieviti fini all’interno di cisterne d’acciaio in pressione. Ciò che più affascina di questi vini è la freschezza della loro giovinezza, un elemento che li rende oltremodo avvincenti, nonostante la loro veneranda età.Sono vini che si prestano alla perfezione per maturare a lungo in bottiglia. Terlano ha un terroir molto congeniale ai grandi vini bianchi, e queste Rarità ne sono la prova più tangibile.”

Rudi Kofler

Terlano ha un terroir molto congeniale ai grandi vini bianchi, e queste Rarità ne sono la prova più tangibile.”
Rudi Kofler

Il metodo Stocker

Ogni anno, gli appassionati attendono trepidanti l’uscita dei vini rari di Terlano, chiedendosi a quale vitigno toccherà questa volta. Ma soprattutto ci si chiede quanti anni quel vino è già maturato sui lieviti fini. La risposta è contenuta nel metodo d’invecchiamento utilizzato per queste rarità, detto anche “metodo Stocker”.

Tutto ebbe inizio quando Sebastian Stocker, ex enologo della cantina di Terlano, decise di imitare l’esempio dei colleghi francesi e cominciò far maturare più a lungo i vini sui lieviti fini.
Oggi, le annate migliori scelte per le „rarità” si fanno prima affinare in botti di rovere per un anno, dopodiché si travasano in piccoli fusti d’acciaio da 2.500 litri, dove rimangono da 10 a 30 anni, avendo così tutto il tempo per sviluppare sui lieviti fini tutti i loro aromi e la loro struttura complessa.
Quando l’enologo ritiene che abbiano raggiunto il grado ideale d’armonia ed equilibrio, questi vini vengono imbottigliati, e fatti invecchiare per altri 4-5 anni prima di essere pronti per la mescita.
Attualmente, con questo metodo stanno invecchiando in fusti d’acciaio 16 annate, che risalgono fino al 1979. Il novero dei vitigni comprende il Pinot bianco, lo Chardonnay, il Sauvignon blanc e l’uvaggio Terlaner. Ogni anno, si rendono disponibili circa 3.330 bottiglie di vini rari.

Vinificazione

Vendemmia e selezione manuali. Pigiatura delicata a grappolo intero e sfecciatura per sedimentazione naturale. Fermentazione lenta a temperatura controllata in cisterne d’acciaio. Fermentazione malolattica e affinamento per 12 mesi sui lieviti fini in botti di legno grandi. Affinamento per 11 anni sui lieviti fini in serbatoi d’acciaio.
Data d’imbottigliamento: 18 agosto 2020
Bottiglie prodotte: 3.340
Riconoscimenti

Robert Parker’s Wine Advocate : 98 punti
James Suckling – 97 punti
Decanter – 96 punti
Falstaff – 99 punti

 

Dati tecnici

Gradazione alcolica: 13,5 vol %
Zucchero residuo: 1,6 g/l
Acidità totale: 5,8 g/l

Descrizione del vino

Colore: giallo paglierino chiaro e lucente con tenui riflessi verdognoli
Profumo: Il bouquet è sorprendente, e ad ogni nuovo tentativo svela nuove componenti olfattive. Note di erbe come la camomilla, la melissa e il levistico, s’affiancano a sentori di caco e albicocca essiccata. Ma nel panorama olfattivo così ampio di questa Rarità non mancano note di crosta di pane e pasta lievitata, affiancate da aromi di pietra focaia.
Sapore: Al palato questo vino si presenta morbido e potente, con un’acidità vigorosa e vivace, che però lascia in bocca un gusto raffinato, integrando in modo ideale le note minerali. Il retrogusto è morbido ed elegante, ma estremamente carico e profondo.

Annata

Il tempo instabile dell’annata 2008 ha posto i viticoltori di Terlano di fronte a non poche sfide. Ad un inverno mite e secco è seguita una primavera umida e fredda; le viti sono di conseguenza germogliate in ritardo e con maggior lentezza. La pioggia non si è risparmiata nemmeno in maggio e giugno, prolungando la fioritura. Tuttavia questo ritardo si è rivelato inaspettatamente proficuo perchè ha permesso di posticipare la vendemmia ed ha garantito un minor peso degli acini.
A fine giugno il tempo ha mostrato il suo lato più imprevedibile: violenti temporali hanno pesantemente coinvolto una parte delle tenute terlanesi. Impegno e zelo sono stati indispensabili; i viticoltori hanno dato il massimo per porre rimedio alle conseguenze di queste “capriole meteorologiche”.
Ma la natura ha ricompensato chi ha dedicato ai vigneti uno sforzo continuo e senza compromessi. L’estate di San Martino ha carezzato i grappoli con i raggi di un sole mite e temperato ed ha coccolato i viticoltori regalando loro tempo sereno durante tutta la vendemmia. Il risultato è un insieme di vini che raccontano la storia di un’annata movimentata.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Cantina di Terlano Alto Adige Terlano D.O.C. Terlaner Rarity 2008”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHI SIAMO
Mangiare Bere Uomo Donna è un ristorante, bed & breakfast situato nel centro di Suzzara. Un luogo accogliente ove trascorrere una bella serata mangiando buon cibo. Ora siamo anche uno shop online, acquista i nostri vini pregiati sul nostro sito
MANGIARE BERE UOMO DONNA
Viale Zonta 19
46029 Suzzara MN

+39 0376 1819339
+39 334 8806508
info@mangiarebereuomodonna.com